Superpoteri gratis

INCISO: questo post e dedicato a @corvobianco213 perchè cosi almeno un altro dei desideri che ha espresso in uno dei suoi ultimi post può già diventare realtà…

Avete presente quei training aziendali tipo team building, group coaching, formazione esperienziale?

Ecco, non sto qui a dirvi che sono una figata o che la mia vita professionale ne è uscita assolutamente trasformata…

Ma è stato utile, non fosse altro perché ho aggiunto al mio vocabolario una parola nuova bellissima.

(Gli scientifici che mi seguono sicuramente conoscono già questo termine.)

LA RESILIENZA.

Una parola così elegante che ti viene da dire: “eccola! Guarda la Resilienza che entra nel salone delle feste con la sua coda a strascico e leggiadra e silenziosa avanza tra gli sguardi ammirati delle altre parole brutte”.

Quando pronuncio questa parola nella mia testa mi immagino un vestito da ballo. Lungo. Scintillante. Che fruscia. Perché infatti la resilienza è come un abito che ognuno di noi dovrebbe indossare. La resilienza ha un effetto magico sulle esperienze della vita.

IN METALLURGIA è la resistenza del metallo a rottura per sollecitazione dinamica, determinata con apposita prova d’urto.

IN INGEGNERIA è la capacità di un materiale di assorbire energia di deformazione elastica.

IN TESSITURA è l’attitudine dei tessuti a riprendere, dopo una deformazione, l’aspetto originale.

IN ECOLOGIA è la velocità con cui una comunità (o un sistema ecologico) ritorna al suo stato iniziale, dopo essere stata sottoposta a una perturbazione che l’ha allontanata da quello stato; le alterazioni possono essere causate sia da eventi naturali, sia da attività antropiche. Solitamente, la r. è direttamente proporzionale alla variabilità delle condizioni ambientali e alla frequenza di eventi catastrofici a cui si sono adattati una specie o un insieme di specie.
Ma veniamo al settore che più ci interessa.

IN PSICOLOGIA è la capacità di far fronte in maniera positiva a eventi traumatici, di riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà, di ricostruirsi restando sensibili alle opportunità positive che la vita offre, senza alienare la propria identità.

State pensando come me ai terremotati? A chi viene colpito da tragedie impreviste e inimmaginabili?

E a voi stessi non pensate?

A chi perde il lavoro, a una amica che viene lasciato dal moroso, a un ragazzino che deve cambiare scuola?

La resilienza seppur nobile non è snob. Si occupa di tutto e di tutti, anche dei problemi più piccoli e banali di ognuno di noi.

Se non avevate mai sentito questa parola prima di adesso, -dopo avermi ringraziato- fate nascere in voi questo concetto, cullatelo, allevatelo, fatelo crescere.

Cercate di essere resilienti quanto più possibile, e quindi siate adattabili, flessibili, elastici, ma soprattutto interpretate le avversità come occasioni, i cambiamenti come opportunità, le sfide come crescita. Insegnatelo a voi stessi e ai vostri figli.

Se vivete con questo abito addosso, sarete prima di tutto elegantissimi (e qui mi riferisco in particolare all’evoluzione stilistica rispetto al concetto elaborato da me e dalle mie compagne del liceo con il termine “tela cerata” quando ci davamo coraggio nel superare momenti drammatici dell’adolescenza immaginando di farceli scivolare addosso come la pioggia sulla mantellina gialla. Ma vuoi mettere la resilienza con la tela cerata??? Vuoi mettere lo stacco fashion di outfit da mantellina a resilienza???) ma soprattutto fortissimi perché sarà la vostra armatura. Sarà il vostro superpotere.

Non è meraviglioso scoprire di poter diventare dei supereroi semplicemente attraverso una parola, dal divano di casa vostra?

(*definizioni Zanichelli online e Wikipedia. Immagini stateofmind.it)

 tmann

Annunci

2 risposte a “Superpoteri gratis

  1. Io non so come ringraziarti!
    Oltre a essere interessante e ben scritto questo post mi ha fatto capire che forse questo superpotere l’ho già usato senza rendermene conto…
    Ma adesso, che fortunatamente so cos’è e come utilizzarlo posso, come dici tu, coltivarlo e renderlo ancora più potente e utile, e poi a me sta benedetta resilienza serve come il pane, perchè quando fai il salto di tresferirti in un altro paese dove non conosci nessuno e hai anche qualche problemino con la lingua le situazioni difficili non mancano mai, saperle affrontare nel modo giusto è un aiuto non da poco!
    Ancora grazie!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...