Cipolle e cioccolato

A volte ho l’impressione che al giorno d’oggi si facciano le cose non perché si sentono, ma per sentirle.Cioè che le azioni non siano conseguenze dei nostri sentimenti, ma siano il motore, e che invece gli effetti prodotti siano le sensazioni che si cercano.

Relazioni sentimentali moderne anestetizzate, congelate dal terrore di lasciarsi andare. Si simula. Si simula un rapporto di coppia che non esiste, per vedere che effetto fa.

Mi scrivi, mi baci, mi cerchi, mi prendi per mano non perché non puoi farne a meno, non perché ti piaccio davvero, ma per provare.

L’era della finzione, l’era della rappresentazione. L’era dell’immaginazione.

L’ ologrammizzazione di noi stessi: proiettiamo simulacri di noi e dei gesti che pensiamo di dover compiere. Svuotati di ogni reale significato.

Poi li osserviamo per capire se ci smuovono qualcosa.

Un giorno un tizio che frequentavo mi ha detto:

“Io sono un po’ lento in queste cose, in quello che sento – riferendosi all’affezionarsi o a far capire cosa provava- magari non sono bravo o sembra che non mi sbatto tanto in un rapporto, ma non vuol dire che non ci tengo.”

E io ho subito pensato: “Beh, sei semplicemente come la maggior parte degli uomini. Poco male. Ci vorrà pazienza…”

Mi sono ricreduta da lì a poco. Come si fa a essere lenti nel sentire? O si sente o non si sente.

Quando poi incontri uno che ti sta dietro davvero, che ti fa sentire speciale, ripensi a tutte queste cavolate che hai sentito e ti sei fatta andare bene per anni. Come quando uno non digerisce la cipolla e continua a mangiarla in tutti i modi e la mette in tutte le ricette. E poi si sorprende che gli vada sempre sù e giù.

Mi manca essere innamorata, ve lo dico. Prendermi cura di qualcuno. Cucinare per due. I 30 anni sono tutto un fiorire per le donne. Dovremmo esplorare, sperimentare, emozionarci. E invece siamo qui a fare la muffa.

Essere single è anche bellissimo, certo, ma se sai che l’amore é la cosa più bella che hai mai provato, puoi mai illuderti che vivere senza vada bene lo stesso? 

La differenza più grande che ho riscontrato ultimamente è che ci sono tanti uomini che uscirebbero con te una volta anche senza pensare di rivederti ancora. E tante donne che invece escono con te proprio perché hanno già pensato -raccogliendo non si sa quali elementi- che non gli dispiacerebbe rivederti.

E stiamo qui a cercare di fare un dolce meraviglioso mescolando cipolle e cioccolato.

(sia chiaro che sto criticando ambo i lati)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...