Waiting room

2 metri per 5 si e no a picchi di 12 persone compresenti.

CO2 a livelli di allerta inquinamento. Freddo.

Le sale d’aspetto dei medici sono tra i luoghi piu tristi e desolanti sul pianeta.

Non le sale d’aspetto qualsiasi, quelle dei medici di base.

Stai lì, ad ammuffire, ti viene l’artrosi da posizione mantenuta troppo a lungo, il culo piatto, a respirare un concentrato addensato di germi dei presenti che stanno tutti indiscutibilmente male. Anche quelli che sono venuti per le ricette della madre, alla fine si prendono qualcosa.

Suonano cellulari che la gente non silenzia mai.

Le pensionate che sono in attesa dalle 14 anche se il ricevimento inizia alle 17.

Partono racconti mitologici di quella volta che “ho aspettato fino alle 23. “Io un giorno ho dovuto prendere un taxi per tornare.” “Io sono morta aspettamdo…”

Poi solidarietà del mal comune. Ci si consola. Si condivide. Si fa una battuta.

Rassegnazione.

Annichilimento.

Parte un omaggio peró a quanto sia bravo il Dottore. “Ah beh, io peró non lo cambio perche é tanto premuroso.”

Anche lui un eroe, anzi supereroe. “Quando venne sfidando il temporale in motorino per vedere come stava mia nonna. Sant’uomo.”

Intanto quelli che entrano continuamente e scavalcano tutti giustificandosi che devono solo ritirare le ricette e poi si trattengono a parlare.

Una vecchina: “lei tanto é giovane Signorina…” grazie tante ma ho il diritto pure io di essere malata anche da giovane!!!

La media delle visite é circa 3 persone all’ora perche nel mezzo il Dottore risponde anche alle telefonate che sono 5 al quarto d’ora.

Attendo poco meno di 4 ore per il mio turno e quando manca 1 persona sola davanti a te inizi a fremere, cammini su e giu, sei ebbro di frenesia perche finalmente é IL TUO MOMENTO. Come dovessi fare il provino di X factor e fossi stato scelto tra 100mila candidati. Ripeti nella testa per essere sicuro di dire tutto per bene e non dimenticarti nulla, sia mai che  tu debba ripetere questo dramma prima di 24 mesi!

Ti auguri di non ammalarti mai piú nella vita. Si, posso farcela.

E quelli che escono e poi se ne vanno pare come che facciano a tutti una sonora pernacchia girandosi e aprendo la porta. Allucinazioni.

Ma paiono davvero eroi; gladiatori scampati alla morte, vincitori che rientrano trionfanti da una lunga guerra. Padroni finalmente del proprio tempo libero che tu stai sprecando li.

In attesa perenne.

Mi pare assurdo che in Italia funzioni sempre solo in questo modo.
PS

1 se anche le ricetteve le impegnative, come i certificati si potessero richiedere e spedire online?

2 se ci fosse un modo per non privare le persone della propria vita quando già stanno male?

6-Ways-Waiting_Room_v01

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...