Pensare alla rovescia

Abbiamo paura dei sentimenti. E pensiamo troppo. Queste sono le due rovine dell’uomo moderno.
Allora mi sono detta: io non voglio pensare a quello che una certa cosa sarà o non sarà. Non voglio obbligarmi a dare un nome alle cose quando non le conosco ancora. Non voglio costringere nella semantica la vita che deve ancora rivelarsi.
Eppure passiamo la maggior parte del nostro tempo a valutare, attribuire, osservare e giudicare e dare nomi come Dio nella settimana della creazione! Ho scoperto un esercizio che é molto più utile e anche intellettualmente onesto. Porsi domande al contrario, sulla negazione della cosa che ci preoccupa. Ovvero:
A- come mi sento/cosa provo per questa persona? cosa voglio che lei sia per me?!
B- se questa persona sparisse domani all’improvviso, io come mi sentirei???
La negazione ce ne dice molto più chiaramente il valore, il peso del vuoto. Il resto non è veramente importante, il resto deve ancora venire, non è conoscibile. La perdita simulata suggerisce al cuore come agire prima che la testa metta il carro davanti ai buoi.
E funziona benissimo non solo in amore, ma anche coi problemi di tutti i giorni:
A- questo problema mi fa stare molto male tanto che…
B- quando questa cosa sarà risolta, quanto peserà nel mio futuro???
Provatelo e vedrete!
(Però parte di questi diritti vanno al libro del S.U.M.O. e all’ autore P McGee di cui vi racconterò un’altra notte…)

20130910-231236.jpg

2 risposte a “Pensare alla rovescia

  1. Guarda ti ridimensiona tutto, fa miracoli riportarsi al reale, è come una zavorra delle paranoie! E tutto relativo, bisogna avere prospettiva… Non ti deluderà. Comunque fammi sapere!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...