EIVISSA

Tornata dalla mia prima vera vacanza di mare dopo 3 anni! Tornata da un posto che, adesso, aspetto un paio di righe a dire dov’è perchè al solito tutti fanno la stessa faccia e dicono: “Ah ecco, vai a drogarti, ubriacarti, impasticcarti…?!” Ma quanti luoghi comuni! Alla fine anche io mi aspettavo un posto di perdizione assoluta invaso da italianazzi con le catenine sopra i bicipiti al rimorchio brado (magari pure freschi ventenni) insomma non proprio il mio target al momento… Beh sono tornata da Ibiza premettendo che il soggiorno lo ho vinto -e con questo ho esaurito tutta la mia fortuna per i 10 anni prossimi- e che forse da sola non avrei scelto questa destinazione, ma sono stata piacevolmente sorpresa. Ci sono molte cose da fare e vedere al di là delle discoteche in cui si può fare un zapping umano di se stessi dall’alba al tramonto e dal tramonto all’alba -non stop all’infinito… Intanto sappiate che la città vecchia è patrimonio UNESCO ed è davvero bella tutta arroccata. Le spiagge sono davvero belle, con l’acqua trasparente che ti vedi i piedi. Come in Sicilia penso sempre io nella mia testa e alla fine quasi mi dispiace non stupirmi tanto più, ma sono abituata bene. Meno male che la mia Sicilia non la conoscono in tanti… Mangiato un sacco di pesce ovviamente. E gli spagnoli, i nostri cugini, sono adorabili e chiassosi.

Abbiamo girato con tutti i mezzi di trasporto in questi 4 giorni: treno, aereo, autobus, scooter, macchina e piedi (manca la bici)! Visitato calette in cerca di ombra, spiaggette, di rocce e di sabbia, mercatini e viuzze. Sì, confesso, siamo andate anche a ballare. All’ USHUAIA, ovvero un hotel 6 stelle che cambiera il futuro dell isola (cosi dice lo slogan) dove le stanze sorgono intorno a una pista enorme di discoteca, cioè non un posto per gli amanti del riposo. Mi sembra di poter ora tratteggiare dei profili: se sei alternativo e ti piace la goa e la techno vai in Thailandia, se sei fighetto e ti piace la house vai a Ibiza. Il problema è che a Ibiza è davvero così pieno di modelli fisicati da farti sentire una nullità. Ho pensato per 4 giorni che il mondo fosse un paradiso per gli occhi lì concentrato e se come me te ne sei fregata della prova costume e hai saltato a piè pari i 3 mesi di dieta che ti ci dovevano portare, allora, lasciati consigliare, non andare a Ibiza! Perché a Ibiza il mondo ti sembrerà ingiusto. Ibiza è un ammasso di addominali, bicipiti, tette e culi a non finire, fa a gara chi ha il costume più micro, ovviamente tutti super abbronzati. Inizio a odiare il concetto di spiaggia. Del resto in spiaggia ci si scopre e ci si espone al sole, unica attività primaria, perciò se non hai un gran corpo da scoprire sei già un portatore di handicap in un certo modo. Sono troppo cessa per ibiza ecco perché non ho rimorchiato. E vorrei precisare che traccio qui un confine netto tra spiaggia e mare. Se inizio a odiare la spiaggia, il mare resta la mia cosa in natura preferita in assoluto!!!

C’è un negozio sul corso che si chiama Dress less to impress. E dico tutto. Ovvio che poi se uno si fregia della maglietta F**k me, i am famous con lo slogan di David Guetta, allora siamo a cavallo. Scesa in stazione a Zurigo sono tornata con un senso di compiaciuta beatitudine alla vita reale, perché passando il mondo mi sembrava popolato di gente più o meno bella e brutta, assortita insomma, e un tipo si è pure girato a guardarmi, a me con la mia pancetta bella soffice.

L’ultima sera ho comprato un vestito lungo un po’ floreale: il must dell’estate, la signora –dopo che io e mia sorella le avevamo monopolizzato il metro quadrato di stand-bancarella, provando 7 vestiti- mi dice che devo lavarlo a mano e in acqua fredda; la guardo e annuisco perplessa. Arrivo a casa e in dieci minuti ho già avviato la prima lavatrice col vestito dentro ovviamente, ma secondo te, non ho più neanche il tempo di cucinare, mi metto a lavare a mano? La vita che conduciamo non ha spazi per casalinghitudini e attività da massaia, il che sia chiaro, mi rincresce anche. Comunque è tornato fuori intero.  E io, nonostante gli increduli, sono abbronzata lo garantisco!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...