il genere umano si divide inesorabilmente in due

Ci sono quelli che a cui piace stare a letto, a dormire e anche dopo, a girarsi per ore e ore tra le coperte, svegli ma pigri, persi in quello stato di limbo tra il sonno e la vita, quelli a cui da quella prospettiva panoramica di soffitto sembra tutto rimandabile e niente urgente. Poi ci sono quelli che si svegliano con la luce, spalancoano gli occhi  sono attivi, funzioni vitali ottime e operatività alle stelle, irrequietezza, a cui sembra di spreacre tempo stando li a far niente, aprono la coperta e scattano in piedi. IO SONO DEL SECONDO GRUPPO.

Ci sono quelli che guardano e riguardano gli stessi film mille volte e non disdegnano nenache leggere più volte gli stessi libri. Anche qui IO SONO DEL SECONDO GRUPPO di quelli cioè che credono che al mondo ci sia così tanto da vedere e da leggere che ci sembra una perdita di tempo stare a guradre le stesse cose invece di scoprirne di altre.

Ci sono quelli che mangiano per sopravvivere, mangiano solo quando sentono l’istinto primitivo del cibarsi, non apprezzano molto la cucina e non hanno un palato sofisticato, per cui il cibo è prettamente nutrimento. Arrivano quelli del SECONDO GRUPPO con me in testa per cui il cibo è un  piacere sopraffino (uno dei veri tre della vita) e che mangerebbero fino allo sfinimento, per cui il peccato di gola è un affare quotidiano e non dicono mai di no al cibo, purche sia buono.

Infine ci sono quelli per cui l’ordine e la pulizia sono optional, faccende fastidiose, incombenze non necessarie, che puliscono e ordinano solo quando non c’è veramente più nulla da fare perchè non si trova neanche più un centimetro di pavimento… il SECONDO GRUPPO nel frattempo ramazza fischiettando credendo fermamente che pulire e riordinare spesso porti via molte meno energie che pulire e riordinare una volta sola, ma come se ci fosse stata la guerra nucleare in casa. Ma soprattutto apprezzano quella sensazione di freschezza, quell’odore di salubre che ti fa sentire bene dentro e fuori nell’entropia simbiotica tra l’ordine dello spazio intorno e dentro di noi.

Cosi sembra che il secondo gruppo sia fatto di persone perennemente impazienti e iperattive, ma senza dare un giudizio positivo o negativo, direi che sono semplicemente due modi di prendere la vita, cosi come c’è chi perde tutto continuamente e chi nella vita ha perso solo 3 cose (io= secondo gruppo) e che perfino so dove sono le cose sparse degli altri senza farci troppo caso (chiedere alle mie coinquiline smemorate…). Impaziente di scrutare la realtà che mi circonda nell’attesa di scovare altre nuove categorie per dividere inesorabilment e il mondo di due (con l’orrore di tutto quellic che sostengono che la realtà non sia solo bianca o nera, ma di mille sfumature di grigio, beh sappiate che a me il grigio fa tristezza e comunque ovviamente non sono del tutto seria :)) vi saluto.

VIVA IL SECONDO GRUPPO!

e fu cosi che da quassù il comandante del secondo battaglione conquistò lucerna

e fu cosi che da quassù il comandante del secondo battaglione conquistò lucerna

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...