empatia

Mi ha sempre affascinato la perfezione che assume un testo, un libro, una canzone davanti agli stati d’animo umani. Forse è una questione di energie che circolano, perché se sei sintonizzato con le onde del mondo qualcosa ti porterà inevitabilmente a leggere quella frase o ad ascoltare quel messaggio che sembra scritto apposta solo per te.
Così perfetto, così misurato sui tuoi sentimenti di quesll’attimo da non sembrare vero.
E ancora più magico diventa se astrae questo pensiero capendo che questo capita a tutti. Persone diversissime che al risuonare di certe note accolgono nel cuore la stessa poesia con potere curativo, un messaggio così potente e generale non può che veicolare amore.

In mezzo alle pagine di questo mio libro ci sei tu, davvero difficile, eppure è così…..

EMPATIA 2

Come fa la musica ad indovinare sempre i miei stati dell’anima?anche quando non la scelgo io anche quando mi coglie di sorpresa o mi viene a cercare,ha sempre un messaggio per me e a volte non lo voglio sentire, a volte è come una porta che ti si chiude in faccia, ma poi sai che passerà e sarà stato giusto così. La musica che è magica, che è potente, ti entra dentro nelle ossa e non lo sai, ti scrive nell’anima e non te ne accorgi, ti solletica il cuore e pensi che sia stato un soffio di vento sul viso a farti tremare e invece era lei, una parola di qualche canzone che vibra in un angolo del tuo silenzio e  non ci sei già più, sei partita per luoghi lontani che nessuno saprà trovare. Perderesti anche la strada del ritorno se non ci fosse lei a dirigerti di nuovo a casa, coi battiti del suo ritmo, le note prolungate, le voci che nel canto trovano la loro ragione divina di essere.

Advertisements

3 risposte a “empatia

  1. Mi permetto di scrivere per condividere… Mi è capitato spesso.
    A volte lascio andare la musica con la funzione casuale sperando che la canzone successiva mi “suggerisca” cosa fare, sperando che coincida con quello che sarebbe “giusto” o “razionale”… E invece alla fine arriva sempre una melodia infinitamente legata al cuore e infinitamente lontana dal cervello. E va bene così.

  2. grazie per il commento…allora qualcuno che legge le cose ogni tanto c’è… se no uno inizia a chiedersi che senso ha avere un blog???e tu?

  3. Ciao e prego! No no, il senso c’è! Continua a scrivere, mi raccomando… per quel che mi riguarda niente blog e niente Facebook, caso patologico… Però se ti va ci possiamo sentire via mail all’indirizzo che ho lasciato, così ti racconto il mio pazzo arrivo sul tuo blog.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...